Il Giuggiolo Il Giuggiolo

Il genere Zizyphus Miller appartiene alla famiglia delle Rhamnaceae. Questa famiglia comprende numerose specie come: Frangula (Frangula alnus), Ramno (Rhamnus catartica) e il Zizyphus jujuba miller chiamato comunemente Giuggiolo.

Queste sono piante in genere legnose e spesso spinose. Presentano delle foglie semplici, intere, alterne, con stipole certe volte modificate in spine. Il seme è dicotiledone, dritto (raramente ricurvo).

Giuggiolo a frutto rotondoI fiori sono piccoli, ermafroditi (raramente unisessuali), riuniti in racemi o in brevi cime ascellari con ricettacolo concavo. Il calice è formato da 4-5 lobi triangolari. I petali sono, in numero di 4-5, spesso piccoli e fortemente concavi. Gli stami sono distinti, alterni ai sepali. Il frutto è una drupa.

Il Giuggiolo ha origini molto antiche, infatti siamo a conoscenza che già i Romani ne utilizzavano i frutti e ancora prima i Greci, (in greco si chiama zizyphon). La  terra di origine di questo arbusto è la Cina, dove ancora oggi viene coltivato.

Coppia spine nodo Giuggiolo

Frangula specie Giuggiolo

Ramno Giuggiolo

Ramo pianta Giuggiolo

 

In Italia la coltura del giuggiolo è poco estesa, infatti viene coltivato solo in 2-3 zone d’Italia come la Toscana, la Campania e il Veneto, precisamente nei colli Euganei nel borgo di Arquà Petrarca.

Questa limitata diffusione è dovuta al predilezione del giuggiolo a climi temperati e a terreni asciutti poveri ed aridi. Infatti solo in queste zone d’Italia il giuggiolo riesce a trovare un clima e un terreno adatto alla vita.

Giuggiolo frutto oblongoIl giuggiolo è un arbusto o alberello a foglie decidue, che può raggiungere i 7 m di altezza, tende a ramificarsi assumendo un aspetto quasi contorto. Presenta delle radici che penetrano molto in profondità e questo gli permette di vivere anche in terreni secchi e a climi aridi.

I rami sono spinosi e zigzaganti, molto flessibili, presentano fra un internodo  e l’altro una coppia di spine di cui con la crescita solo una di queste si sviluppa. La corteccia giovane è grigio-chiara, con  alcune crepe rossastre, quella più vecchia ha crepe profonde che lasciano intravedere un fondo rossastro.

Boccioli ramo giuggiolo

Rami fruttificati Giuggiolo

Boccioli ramo Giuggiolo

Stelo ramo pianta Giuggiolo

 

Il giuggiolo produce le foglie e i frutti in piccoli rametti che rinnova ogni anno, di colore verde, che derivano  da delle corone di gemme. Le foglie sono alterne, piccole, lucide e presentano un bordo seghettato.

Il picciolo è corto e porta alla base due stipole modificate in spine , dritte e arcuate. I fiori sono ermafroditi, piccolissimi e sono riuniti in glomeruli ascellari. Il calice è diviso in 5 lobi verdi e triangolari.

La corolla è formata da 5 petali biancastri e concavi. La fioritura avviene in giugno-agosto. IL frutto è una drupa ovale o sferica, con pericarpo che, con la maturazione, passa da un colore verde ad uno marrone.

Fioritura Giuggiolo

Germoglio Giuggiolo

Gemme tronco Giuggiolo

Maturazione Giuggiolo

 

La consistenza è simile a quella dei datteri. Il mesocarpo è bianco-giallastro di consistenza farinosa. L’endocarpo del frutto è legnoso e contiene due semi appiattiti ma è frequente il fenomeno della partenocarpia (frutti senza semi). La raccolta è effettuata durante i mesi di settembre-ottobre.

FASI FENOLOGICHE GIUGGIOLO 

 Fasi fenologiche Giuggiolo

Indici accrescimento Giuggiolo
Tab.n°1

La tabella n°1 indica l’accrescimento medio dei germogli  durante la fase vegetativa della pianta da aprile a maggio.

LEGENDA
Con “ n° foglie aperte” si intende il n° di foglie effettivamente aperte e spiegate presenti nel germoglio.
Con “n° foglie chiuse” si intende il n° di foglie   completamente chiuse.
Con “in apertura” si intende il n° di foglie parzialmente aperte.


Lunghezza germogli Giuggiolo
Tab.n°2

La tabella n°2 indica il numero di foglie, il n° di fiori e la lunghezza dei germogli durante la fase vegetativa della pianta.
 

Calcolo accrescimento germogli Giuggiolo a 4 foglie
Tab.n°3

Indica la lunghezza media del germoglio durante la fase di completa apertura delle prime 4 foglie.


Germogli 5 foglie Giuggiolo

Tutti i dati sono stati ricavati da misurazione di piante situate nei comuni di Montegrotto terme, Arquà Petrarca e Valle S.Giorgio, provincia di Padova, aventi un età media di 20 anni, della stesse varietà.

 

Autore: Dott. Enrico Selmin


Cosa ne pensi? Commenta l'articolo con il tuo account Facebook!


richiedi prezzi per recinzioni da giardino