Introduzione piante medicinali Introduzione piante medicinali

Le piante medicinali sono riconosciute ormai da tempo per i loro benefici effetti terapeutici. Per rendere ufficiale questa disciplina, l’Unione Italiana dei Farmacisti fondò un’associazione con il compito di approfondire gli studi su questo importante settore della cura del corpo umano dagli ottimi risvolti economico-sociali. L’associazione prese il nome di E.M.U. (Erboristeria Medicinale dell’Unione) e rappresenta ancora oggi un autorevole punto di riferimento per questa specialità.

Le erbe e piante medicinali venivano utilizzate nel passato da anziani con difficoltà economiche che ricorrevano a rimedi naturali basati sull’esperienza e sull’osservazione. Ad esempio le piante venivano usate per curare ferite, ematomi e pesantezza di stomaco sopratutto sottoforma di tisane.

Le piante medicinali vengono tutt’ora usate anche per la cura estetica del corpo ed in particolare per la caduta dei capelli, per ridare elasticità alla pelle e per tutta una serie di rassodamenti estetici senza ricorrere a pericolose sostanze chimiche o all’utilizzo del bisturi.

La cultura delle piante medicinali, utilizzate per la cura dei propri malesseri, è ormai un fenomeno pienamente diffuso tra la popolazione che si affida sempre più a questo tipo di medicina alternativa per risolvere disturbi fisici e mentali. Cercheremo in questa sezione di elencare al meglio le proprietà benefiche di varie tipologie di piante, suddividendole per categorie in base alle malattie che sono in grado di curare e agli effetti che hanno sulle parti esterne del corpo (fitocosmesi).


Cosa ne pensi? Commenta l'articolo con il tuo account Facebook!

richiedi prezzi per recinzioni da giardino